sabato 18 maggio 2019


Titolo: Time Traveler - La ricerca dello Yanas
Autore: Nico De Feudis
Pagine: 638 


Trama:
E' in corso la Terza Guerra Mondiale e le due potenze sono in una fase di stallo da diversi anni, la Coalizione e l'Unione. 
Capo della Coalizione è il Presidente Dilan De Peffious, uomo incredibilmente malvagio e di indole tirannica, autore della rovina dei popoli di molti paesi; il suo vice nonché figlio Marcel è un ragazzo sadico ed assetato di potere, disposto a tutto pur di ottenerlo.
Un'associazione chiamata MAGA cerca però di spodestare la famiglia De Peffious e restituire la pace e la libertà al mondo. Membri fondamentali dell'associazione sono Sid ed Alexandra, ragazzi incredibilmente intelligenti, saranno loro infatti i protagonisti di un viaggio nel tempo per recuperare un misterioso materiale chiamato Yanas, capace di generare un bug informatico a livello planetario e destabilizzare i piani della Coalizione. 
Ma un viaggio nel tempo non è certamente semplice,riusciranno i due ragazzi a completare la missione e tornare sani e salvi?

La più grande qualità di questo romanzo è rappresentata sicuramente dai personaggi, tutti ben descritti e coerenti dall'inizio alla fine. Alcuni affrontano un processo di maturazione che li porterà a rivedere i propri atteggiamenti; altri rimarranno fermi sulle proprie decisioni, soggiogati dalla convinzione di non aver bisogno dell'aiuto altri.
I dialoghi sono a tratti surreali ma le descrizioni dei luoghi e dei personaggi sia fisicamente che caratterialmente sono incredibilmente dettagliate, una lettura piacevole e ricca di colpi di scena. 
La storia cattura l'attenzione dall'inizio e man mano che la vicenda diventa più avvincente e le pagine continuano a scorrere il lettore non può che desiderare/sperare che lo scrittore concluda la vicenda nelle pagine rimanenti e non nel prossimo romanzo. Desiderio in parte realizzato ma molti misteri ed avventure circondano ancora Sid ed Alexandra e l'unico modo per placare la curiosità è leggere il secondo volume della trilogia di Nico De Feudis.

Questo romanzo rappresenta la mia prima esperienza a tema "viaggi nel tempo". Ho apprezzato molto come scene d'azione, sparatorie e torture siano state descritte in modo accurato ma senza sfociare nel macabro, permettendo così ad un pubblico più giovane di immergersi nel racconto. La piacevole scoperta della leggerezza degli argomenti e della velocità con cui ho divorato il romanzo (tempo che sarebbe anche potuto essere inferiore se l'influenza non mi avesse costretta a letto) non hanno fatto che aumentare la mia curiosità sul prossimo romanzo. 
Consiglio questo romanzo a tutti gli appassionati dell'avventura ed ai ragazzi che vogliono affacciarsi al mondo della lettura, questo è un ottimo inizio.

mercoledì 8 maggio 2019

Segnalazione


Titolo: La diagonale perfetta
Autrice: Antonella Di Martino
Casa Editrice: Bookabook
Pagine: 200


Trama:
Una donna innocente muore a causa dell'esplosione di una bomba, mentre il magistrato che doveva essere la vittima resta incolume. Diversi anni dopo la figlia del giudice, Eleonora, sta trascorrendo la serata a casa di alcuni amici e mentre osserva il cielo ipotizza scherzosamente come la congiunzione di quei tre astri potrebbe per sempre cambiare la sua vita.Un romanzo di formazione ma anche un viaggio nella memoria, una storia d'amore e molto altro.

Antonella Di Martino nasce ad Aosta nel 1963. A 30 anni si trasferisce tra la Liguria e la Toscana, per alcuni anni ha lavorato in un atelier di ceramiche e porcellane e in seguito a questa esperienza si è laureata in Filosofia a Pisa e in Formazione Multimediale a Firenze. Negli anni dell'università inizia a scrivere e a coltivare la sua passione per la fotografia, pubblicherà inoltre diversi articoli.

sabato 27 aprile 2019


Titolo: Sangue Pirata
Autore: Eugenio Pochini
Pagine: 446
Pubblicazione: Agosto 2016

Trama:
Johnny è un ragazzo comune, cresciuto però nel periodo storico in cui malviventi ed uomini senza scrupoli vagano a piede libero. Solo una parola per descriverli: pirati.
Cresciuto a Port Royal scopre l'esistenza di un incredibile tesoro e da quel momento la sua vita cambia completamente. Arruolatosi nella ciurma del famoso pirata Barbanera, Johnny intraprenderà un incredibile viaggio caratterizzato da misteriosi presagi ed entusiasmanti avventure, rischiando la propria vita e giocando il tutto per tutto. 

Le descrizioni molto accurate e dettagliate permettono al lettore di immaginare i paesaggi esotici che rappresentano lo sfondo del romanzo, mentre lo stile incalzante e scorrevole rende la lettura molto piacevole. I dialoghi, mai pesanti, non rischiano in nessun caso di annoiare il lettore e la scelta di alternare personaggi immaginari e personaggi realmente esistiti aumenta la verosimiglianza del racconto. Un romanzo d'avventura fantastico che cattura il lettore dalla prima pagina e nel contempo insegna molto sulla vita dei pirati.

Non avevo mai letto un romanzo sui pirati, anzi l'ultima volta che ho letto un libro d'avventura probabilmente sarà stato nel 2010 (non riuscendo nemmeno a finirlo); mi aspettavo da questo libro i soliti argomenti trattati in questo tipo di romanzi, ma ho scoperto un modo di scrivere molto accattivante ed una bella trama. Un fattore molto positivo sta nel fatto che, nonostante l'autore racconti avventure di pirati, famosi per essere cruenti , non risulta mai volgare e troppo macabro. Per questo motivo "Sangue Pirata" rappresenta un'ottima lettura sia per gli adulti che per adolescenti e bambini.  

sabato 20 aprile 2019


Titolo: Racconti in Viaggio - Atlante
Autore: Vincenzo Scaglione
Casa editrice: La Bottega Delle Parole
Pagine: 44
Pubblicazione: Marzo 2019


"Racconti in Viaggio - Atlante" è una collana è di racconti brevi adatta a chi voglia leggere poche righe, ma intense, mentre si trova in treno o metropolitana. La tematica principale è l'amore finito e tutte le sensazioni contrastanti che il protagonista prova subito dopo la rottura. Com'è possibile che la persona amata e posta al centro del proprio essere possa causare tutto questo dolore senza una ragione concreta? Valerio dovrà fare i conti con le solite frasi fatte come ad esempio " il tempo sistemerà le cose" il cui scopo è più diminuire l'imbarazzo dell'interlocutore che far stare meglio il povero ragazzo in pena. Dovrà fare i conti con il silenzio, sprofondato in casa da quando lei non c'è più. Ma anche prima la casa era così grande? Forse sì, tutte le sue cose sparpagliate in giro affermano solo di più la sua assenza.
E' sorprendente come lo scrittore sia riuscito a centrare il punto trattando argomenti già affrontati ampiamente in passato ma con una schiettezza tale da far comprendere perfettamente il suo stato d'animo. L'amore è visto inizialmente come desiderio e passione ma si trasforma, col passare del tempo, in abitudine e nostalgia. Le due facce della medaglia. Attraverso quest'evoluzione il racconto arriva a tutti, agli inguaribili romantici ed ai disillusi, permettendo a qualunque lettore di pensare "è successo anche a me". Una lettura piacevole e scorrevole, capace di emozionare e che definirei senza tempo.



Vincenzo Scaglione, classe 91, laureato in Lettere Moderne all'università Federico II di Napoli ed attualmente laureando in Filologia Moderna nella medesima università . Grande appassionato di scrittura ha sempre coltivato questo suo interesse per la letteratura leggendo molto e scrivendo racconti di breve durata e poesie, nel marzo del 2019 pubblica il suo primo titolo " Racconti in Viaggio- Atlante" con lo scopo di condividere col pubblico una piccola parte della sua vita e di suscitare emozioni.




venerdì 19 aprile 2019

 

Titolo: Wanted
Autore:Matteo Di Antonio
Casa editrice: Bookabook
Pagine: 55


Cleo e Samir sono amici da sempre, costretti a scappare da un passato ingombrante che non gli permette di vivere sereni e stabilizzarsi in un unico luogo. Decidono quindi di iniziare un viaggio per scoprire il mondo e saranno accompagnati ,durante il loro lungo peregrinare, da tante persone gentili ed altrettante persone bizzarre e malvagie ma niente li distoglierà dal loro obiettivo: trovare le risposte che cercano. 
Una storia breve ma ricca di personaggi sia verosimili che inverosimili (come un piccolo elfo), spunti di riflessione e stravolgimenti della realtà. 
I personaggi sono molto semplici ma anche molto diversi tra loro, quest'ultimi rappresentano solo delle comparse durante il viaggio dei due ragazzi poiché niente e nessuno potrà mai separarli. Le storia viene raccontata come se fosse una fiaba, gli avvenimenti si susseguono incessantemente ed i dialoghi rendono la lettura molto piacevole e scorrevole. Nonostante le difficoltà riusciranno ad andare avanti credendo nella loro amicizia e tenendosi un po' più stretti. Dimostrazione del grandissimo potere dell'amicizia e della determinazione. 
Gli spunti di riflessione sono molteplici ma ben velati, in grado di far pensare il lettore ma senza porlo sotto una lente d'ingrandimento. Spesso evidenziati da Samir ma poi subito smorzati poiché alla fine ,come detto più volte dai ragazzi, loro sono troppo stupidi e non sanno tante cose. Insomma come per dire :" io la penso così, ora prendi tu le tue conclusioni".
Un argomento che ho molto apprezzato è quello del perdono e di essere gentili con il prossimo senza giudicarlo mai, quando i protagonisti si sono imbattuti in una meretrice od anche in un uomo che stava annegando hanno deciso di aiutarli ed accoglierli senza chiedere mai nulla in cambio. 
Il viaggio è visto come un lungo cammino in cerca e di risposte, un lungo errare senza una metà precisa per trovare pace ed una casa scoprendo che forse "casa" è ovunque purché insieme. 
Consiglio questo titolo a chi voglia riscoprire o semplicemente ricordare l'importanza di valori come l'amicizia e l'altruismo, a chi voglia leggere un racconto non troppo impegnativo ma importante e che sa che non è la destinazione che conta,ma il viaggio.

mercoledì 10 aprile 2019

Titolo: Non ho tempo
Autrice: Isabella Rosa Pivot
Casa editrice: Edizioni Effedì



"Non ho tempo" tutti abbiamo pronunciato queste parole almeno una volta alla settimana per una qualunque ragione, come portare a spasso il cane o fare un favore ad un'amica.
Isabella Rosa Pivot ha creato una vera e propria guida attraverso dei piccoli racconti o della poesia per poter trovare questo tempo tanto agognato per leggere, spendendo al massimo un paio di minuti a racconto.
Il testo si divide in quattro sezioni che rappresentano per l'appunto le quattro stagione, ogni racconto rappresenta uno stralcio di vita quotidiana. I protagonisti variano continuamente passando da un uomo di mezza età ad una bambina costretta a subire i soprusi del compagno della madre. La scrittura fluida e mai pesante rende la lettura scorrevole, quasi un fiume incessante. In più di un'occasione ho apprezzato la semplicità dei personaggi e la limpidezza con cui veniva raccontata la situazione, senza inutili giri di parole. Un narratore che osserva la realtà e la spiega passo dopo passo al lettore non potendo eccedere nella spiegazione poiché la realtà è mutevole e tutto può evolvere in una frazione di secondi.
La scrittrice è stata capace di farmi gioire con i personaggi in alcuni momenti, mentre in altri di provare pietà per loro poiché le storie di vita raccontate sono talmente quotidiane da farmi pensare che queste vicende possano capitare a chiunque. 
La curiosità di sapere come terminava una delle storie si è tramutata più di una volta in tristezza poiché la scrittrice ha deciso di concludere in modo abbastanza sospeso; ritengo che questo sia servito a far comprendere che nulla finisce mai realmente e che la vita è un susseguirsi incessante di eventi collegati tra loro in un modo o nell'altro. 
Consiglio questo testo a chi voglia ritrovare il piacere della lettura a piccole dosi attraverso dei racconti brevi o a chi voglia concedersi un paio di minuti di tranquillità nella frenesia della vita quotidiana.

mercoledì 3 aprile 2019

Titolo: Formule mortali
Autore: François Morlupi
Casa Editrice: Croce Libreria
Pagine: 320

Trama:
Le estati romani non sono di certo favorevoli per le condizioni di salute già precarie del commissario Ansaldi, a peggiorare la situazione arriva un nuovo caso. Un omicidio terribile lo metterà a dura prova costringendolo a lavorare giorno e notte, a dover partecipare a conferenze stampa per non allarmare eccessivamente i cittadini ed intraprendere un viaggio internazionale. Un corpo martoriato, una formula matematica, nessuna pista da seguire ma una sola certezza: il killer ucciderà ancora. Un romanzo avvincente, ricco di colpi di scena, scene d'azione e nuove rivelazioni.

Il commissario Ansaldi, personaggio incredibilmente realistico, rappresenta perfettamente le due facce della medaglia: da un lato il commissario impenetrabile, ligio al lavoro; dall'altro un uomo fragile, con le sue paure ed incapace di creare rapporti duraturi. 
Lui rappresenta solo uno dei personaggi di questo romanzo che, abilmente rappresentati tramite una piccola descrizione fisica e psicologica, si staccano dal ruolo e diventano vere e proprie persone poiché, attraverso le decisioni prese durante l'indagine, mettono a nudo la propria anima.
La trama intricata cattura il lettore dalla prima pagina impedendogli di allontanarsi, è impossibile creare una propria versione dei fatti che sia diversa da quella dei poliziotti. La scrittura scorrevole ed incalzante enfatizza il desiderio di scoprire il prima possibile il colpevole.

"Formule mortali" si è guadagnato un posto tra i miei romanzi preferiti, lo definirei il libro giallo-rivelazione dell'anno. Pensavo di poter ritrovare tutti gli elementi per una lettura piacevole ma la realtà ha superato di gran lunga le mie aspettative: personaggi incredibili, trama accattivante, descrizioni di altre culture ed intreccio narrativo entusiasmante. Essendo i romanzi thriller e gialli i  miei preferiti ho imparato a capire cosa aspettarmi, non è assolutamente questo il caso. Questo romanzo mi ha soddisfatta al 99%, quell'1% rimanente è rappresentato dal quelle domande irrisolte a cui sarà data una risposta nel secondo volume che sarà a breve pubblicato. Inutile dire che aspetto in trepidante attesa!
Titolo consigliatissimo agli amanti del genere, dell'azione, della psicologia, della matematica... Insomma, a tutti.  

Titolo: Time Traveler - La ricerca dello Yanas Autore: Nico De Feudis Pagine: 638  Trama: E' in corso la Terza Guerra M...